CONSERVATIVA ED ENDODONZIA

endodonzia

L’odontoiatria conservativa si occupa della cura dei denti interessati da processi cariosi. Le carie possono essere superficiali o profonde. Nel primo caso ci si limita ad otturare il dente con appositi materiali (compositi biocompatibili). Nel secondo caso vi può essere un interessamento della polpa del dente contenente anche fibre nervose e allora si ricorre alla cura canalare (endodonzia o devitalizzazione).

Nervo del dente infiammato o morto?

La moderna endodonzia permette di conservare il dente nonostante il nervo risulti infiammato o morto. Le infiammazioni e i focolai che si sviluppano nell’osso possono guarire completamente.

L’introduzione dei microscopi è sicuramente uno straordinario passo in avanti nel campo dell’endodonzia. Grazie al notevole ingrandimento ottenuto con i microscopi, è possibile riconoscere e trattare strutture e zone problematiche di piccole dimensioni.
Per il trattamento si consigliano radiografie digitali con un’esposizione minima alle radiazioni che permettono di controllare in modo preciso l’andamento e il progresso durante la cura canalare. Anche le infiammazioni fino ad oggi non diagnosticabili, ora possono essere identificate con precisione grazie alle radiografie.

parodontologiaMIRO