Mirò: missione sonni tranquilli

Home / News / Mirò: missione sonni tranquilli

Cosa c’entrano il russamento, i disturbi del sonno e il dentista?

Nella respirazione normale l’aria passa attraverso il naso, oltre le morbide strutture sul retro della faringe, l’ugola e la lingua. Mentre si è svegli, una grande varietà di muscoli tengono in tensione questi tratti respiratori superiori. Quando ci si addormenta, la tensione muscolare diminuisce e si può verificare una costrizione della faringe. Come risultato della vibrazione della muscolatura faringea dilatata, si sviluppa il suono del russare.

Il russamento è quasi sempre visto come un problema – soprattutto dal partner che deve dormire accanto al russatore. Il fenomeno del russare è diffuso nella popolazione e aumenta significativamente con l’età. Il russamento può essere innocuo (russamento benigno, russare primario), ma può anche essere un pericolo per la salute:

Qualora il russamento fosse associato all’arresto respiratorio, potrebbero presentarsi i contorni di una grave malattia denominata apnea ostruttiva del sonno.

 

Che cosa è l’apnea del sonno?

Russare in maniera estremamente forte ed irregolare è di solito una prima indicazione di un’apnea ostruttiva del sonno.

L’apnea ostruttiva del sonno è quindi caratterizzata da un russamento irregolare con respirazione superficiale. Ciò succede quando si verifica la completa occlusione delle prime vie aeree.

L’apnea respiratoria può durare 10 secondi o più, e ripetersi un centinaio di volte in una sola notte. Il livello di ossigeno nel sangue scende mentre quello di anidride carbonica aumenta. In presenza di questa potenziale minaccia per il corpo, il cervello innesca una reazione di risveglio, che a sua volta è associata ad una maggiore frequenza cardiaca ed all’aumento dei livelli di adrenalina. Di conseguenza, le fasi del sonno profondo e del sogno che sono necessarie per un ritmo sano del sonno vengono raramente o affatto raggiunte.

Si stima che il 5% della popolazione adulta soffra di apnea del sonno, anche se la maggior parte non ne è cosciente. Con il crescere dell’età, la probabilità di soffrire di apnea del sonno aumenta.

Le conseguenze di un’apnea del sonno sono la stanchezza cronica, la mancanza di resistenza allo stress e crescente spossatezza, ma anche malattie cardiovascolari o ipertensione.

Ciò può portare a conseguenze fatali quando siamo immersi nel traffico stradale. Il colpo di sonno infatti è la causa più frequente degli incidenti stradali.

Mirò offre una soluzione semplice e veloce per questo: libera le via aeree grazie ad un apparecchio mobile che mantiene aperta la via aerea della gola aperta e favorisce una respirazione normale durante il sonno. Il Narval CC® è una apparecchio mandibolare clinicamente testato che assicura la massima precisione, flessibilità e i migliori risultati grazie al suo design personalizzato. È uno delle soluzioni più sottili e leggere attualmente disponibili sul mercato.

Vi ricordiamo che i sintomi di una possibile apnea notturna sono:

– Gola ruvida e secca al risveglio

– Mal di testa di mattina

– Sudorazione notturna

– Sonno agitato

– Minzione notturna

 

Vi aspettiamo per organizzare la vostra visita specialistica in Mirò e fornirvi i migliori consigli.

Al servizio del tuo sorriso.

 

Related Posts
Mirò - Ritorno a scuola - omaggio